Scuola: come affrontare il nuovo anno scolastico

Settembre è tornato e presto sarà il momento di salutare le vacanze estive per dare il benvenuto al nuovo anno scolastico. Bandita tristezza e ansia: affrontare con serenità questa nuova sfida è possibile!

Il ritorno a scuola è sicuramente un momento denso di emozioni per un bambino. Da una parte c’è la voglia di rivedere i compagni di classe, scoprirsi cresciuto e ammesso in una nuova classe, dall’altra c’è la paura legata alle aspettative di insegnanti e genitori. Come possiamo aiutare i nostri bambini a superare questi giorni di attesa per affrontare serenamente il nuovo anno?

 

  1. Sondiamo il terreno

Per essere certi di cosa passi nella testa dei figli la cosa più semplice da fare è chiederglielo! Interessarsi alla questione scuola senza generare, noi per primi, dell’ansia è una cosa saggia. Proviamo a capire come stanno vivendo l’avvicinarsi al nuovo anno, se sono preoccupati o eccitati. Ascoltiamoli e non giudichiamoli. Ognuno di noi è diverso e affronta le novità con la propria sensibilità. In caso ci sia molta ansia, proviamo a rassicurarli e confortarli.

 

  1. Pensiamo positivo

Un modo infallibile per scacciare l’ansia è avere pensieri positivi. Cerchiamo di essere allegri e pensare con gioia ai mesi che stanno arrivando. Mostrandoci sereni anche i nostri figli si sentiranno più tranquilli. Evitiamo di pianificargli i mesi a venire con impegni e scadenze legati alle nostre necessità. Proviamo invece a capire insieme se c’è un’attività sportiva o artistica che potrebbero avere piacere di praticare. Si rivelerà sicuramente un’ottima valvola di sfogo!

 

  1. Rimettiamoci in riga

Dopo mesi di ore piccole e no regole bisogna ristabilire le ore corrette di sonno. Può sembrare banale ma se non si dorme abbastanza e nelle ore corrette, è più facile sentirsi stanchi e nervosi. Questo malessere è amplificato se parliamo di un bambino che dovrebbe compiere un ciclo di sonno di almeno nove ore. Rintroduciamo un orario preciso per andare a letto e mettiamo al bando l’uso di videogiochi prima di dormire.

 

  1. Concediamo delle gratifiche.

Perché non prenderci un pomeriggio per fare dello shopping? Portiamo i piccoli a scegliere quaderni, colori, penne e l’immancabile diario. Sarà divertente e regalerà colore all’idea del rientro a scuola. E per i più grandi uniamo anche l’acquisto di un paio di felpe o t-shirt stravaganti. Saranno felici di scegliere il look del primo giorno di scuola!

 

  1. SOS compiti!

Mancano solo due settimane e i compiti non sono finiti? No panico! Non arrabbiamoci e non facciamone una tragedia. Proviamo a controllare insieme cosa manca e programmiamo per i giorni che seguono un’ora o due di compiti ogni giorno. La cosa importante non sarà finire tutti gli esercizi, quanto riprendere l’allenamento con lo studio.

 

La scuola è bella. Se ci sforziamo, oltre a farfalle nello stomaco e ansia da interrogazione, anche a noi affioreranno ricordi felici e aneddoti divertenti da raccontare.

Buona scuola a tutti!

 

Pubblicato il