Le fragole in balcone, ecco come coltivarle!

Le fragole sono il frutto estivo perfetto per essere coltivato in balcone. Ecco qualche suggerimento per ottenere un’ottima raccolta.

Coltivare da soli frutta e verdura è un’esperienza divertente che dona grandi soddisfazioni. Per cominciare vi suggeriamo di provare con le fragole in balcone: basta un piccolo terrazzino e un poco di volontà per ottenere frutti golosi e fatti in casa!

 

Le fragole in balcone.

Le fragole sono un frutto sano, gustoso e facile da coltivare, per questo possono essere prodotte in un piccolo spazio come un balcone. Inoltre questo tipo di coltura non richiede cure particolari: basterà assicurare alle piante la quantità di sole e acqua necessarie alla crescita. Ecco che prima di piantarle è bene accertarsi dell’esposizione del nostro terrazzo.

Ricordiamoci che le fragole sono frutti rossi che hanno bisogno di sole per maturare e sviluppare tutte le proprietà nutritive di cui sono ricche. Le fragole contengono, infatti, ferro, fosforo, magnesio, potassio, vitamine B, E, K e soprattutto sono ricche di vitamina C, fondamentale per rinforzare le difese naturali dell’organismo.

 

L’orto verticale.

La produzione di fragole in balcone può essere realizzata in più modi: si può ricorrere all’uso di semplici vasi a vasca, in altre parole dalla forma stretta e allungata, oppure si può scegliere un vaso verticale. La scelta dipenderà soprattutto dallo spazio a disposizione: il vaso verticale consente di usare la tecnica dell’orto verticale sfruttando la crescita a cascata della pianta di fragole, risparmiando così spazio, il vaso a vasca richiede più spazio e dovrebbe essere rialzato in modo da permettere alle piante di scendere verso il basso.

 

Che cosa serve.

Per la produzione di fragole in verticale sarà necessario un vaso in terra cotta dal diametro di 30 cm. Consigliamo la terracotta perché più pesante e resistente. Ancora sarà necessario un tubo di plastica della lunghezza di circa un metro e dal diametro di 10/12 cm. Il tubo dovrà essere forato in più punti cercando di fare delle fessure in più punti ad una distanza di 15/20 cm. Se non si è molto pratichi con il “fai da te” è possibile trovare in commercio dei tubi pre forati. Oppure se si preferisce, è possibile usare i classici vasi.

Oltre al vaso è necessario:

  • un sottovaso
  • del terriccio concimato
  • dell’argilla espansa
  • piantine di fragole rifiorenti

 

L’invasamento.

Procurato tutto il necessario si può passare all’invasamento. Per prima cosa versiamo dell’argilla espansa nel vaso/i in modo da garantire il drenaggio, se abbiamo deciso di fare la coltura in verticale è il momento di inserire il nostro tubo di plastica bloccando il tutto con il terriccio mescolato ad altra argilla. Fissato il tubo, andiamo a inserire nei fori più bassi le prima piantine di fragole aggiungiamo terriccio calandolo dall’imboccatura alta del tubo. Continuiamo così fino all’inserimento di tutte le piante.

Con l’invasamento classico, basterà dopo lo strato di argilla, mettere altro terriccio e porre via via le piantine.

 

L’annaffiatura.

Ora è il momento di innaffiare, facendo attenzione che l’acqua non fuoriesca dai fori laterali. L’acqua deve essere abbondante cercando però di evitare il più possibile gli eventuali ristagni. L’ideale è bagnare le piante il mattino presto in modo da facilitare l’evaporazione costante dell’acqua in eccesso e il mantenimento del giusto livello di umidità.

In fine ricordate che se volete rendere la vostra produzione di fragole in balcone del tutto home made, potete creare da soli i semi per la stagione successiva. Vi basterà una sola fragola per ottenere circa quaranta semi e quindi quaranta piantine!

 

le fragole in balcone

Condividi
Pubblicato il