Zucchero: una dieta meno “dolce” fa bene alla salute.

Difficile da accettare ma necessario: diminuire l’apporto giornaliero di zucchero è consigliabile per evitare patologie e mantenersi in forma.

 

Lo zucchero comunemente utilizzato è il saccarosio e può essere estratto da due piante: la barbabietola e la canna da zucchero. Dalla barbabietola si ottiene lo zucchero bianco raffinato mentre dalla canna da zucchero si ottiene quello che troviamo comunemente in commercio con il nome di zucchero di canna grezzo.

Diversi studi scientifici sostengono che lo zucchero bianco, a causa dei processi di raffinazione, sia dannoso per la salute, mentre lo zucchero di canna integrale ottenuto da un semplice processo di spremitura, bollitura ed essicazione delle canne, sia un prodotto maggiormente consigliabile. In entrambi i casi è comunque bene ridurne il consumo. Vediamo perché!

 

Bisogno di zucchero e danni.

Il saccarosio è una sostanza cui il corpo si abitua fino a sentirne automaticamente il bisogno come una reale dipendenza. Questo succede perché il nostro cervello associa al gusto dolce dello zucchero, uno stato di benessere ed euforia. Ecco perché abbiamo maggiore voglia di “dolce” in momenti di stress o emozioni negative.

Oltre a dare dipendenza un eccesso di zuccheri nella nostra alimentazione, può portare danni come aumento di peso, carie, diabete e colesterolo cattivo fino all’ipertensione.

 

Ridurre il più possibile!

La verità è che lo zucchero è contenuto in tantissimi alimenti ed è quindi bene prestare attenzione a cosa consumiamo nell’arco di una giornata. Quest’accortezza è necessaria perché oltre allo “zucchero semplice”, come saccarosio o glucosio, noi introduciamo anche carboidrati complessi come pasta e pane che contengono a loro volta zucchero.

L’apporto di zuccheri semplici non dovrebbe superare il 10-12 percento dell’energia giornaliera; in una dieta da 2500 Kcal, quindi, questi nutrienti non dovrebbero essere consumati in misura superiore ai 60 – 75 grammi al giorno.

Per controllare l’apporto di glucosio è quindi consigliabile imparare alcuni semplici trucchi:

1) Leggiamo le etichette: quando facciamo la spesa prendiamoci qualche minuto in più e soffermiamoci con un po’ più di attenzione a leggere le etichette dei prodotti. Potremo così controllare gli zuccheri presenti.

2) Preferiamo i prodotti senza zuccheri aggiunti:  evitiamo gli alimenti con un contenuto di zuccheri superiore al 20%. Consumiamo più spesso farine di cereali integrali, pesce e verdure.

3) Spuntini a base di frutta fresca: mangiamo più spesso frutta fresca controllando il consumo di frutta disidrata o secca.

4) Attenzione alle bevande gassate: le bibite gassate sono dannose non solo per il loro apporto di zucchero, ma perché incrementano la voglia di zuccheri. In poche parole, più ne bevi e più le desideri. Se possibile la cosa migliore sarebbe berle ogni tanto in modo da evitare la dipendenza.

 

zucchero

Pubblicato il