Vellutate d'autunno: idee e ricette.

Le Vellutate, calde e cremose, sono un’idea di cena veloce e nutriente, un piatto perfetto che scalda il cuore nelle serate autunnali.

Di verdure, legumi o carne, le vellutate sono il piatto dell’autunno buono e che fa bene. Ecco un po’ di idee e ricette!

 

Buone e fanno bene.

Le vellutate sono un piatto davvero gustoso e che fa un sacco bene. Ricche di verdure (preferibilmente di stagione), legumi, cereali, spezie e carne, sono un pasto completo perfetto per ottenere le energie necessarie in una fredda giornata. Inoltre apportano vitamine, sali minerali, fibre e pochissime calorie! Unica cosa: non esagerare in caso di problemi intestinali.

 

Quattro ricette facili e buonissime.

Se pensate che cucinare una vellutata sia un’impresa complessa, vi sbagliate! Ecco quattro ricette semplice e deliziose, da provare:

  • Vellutata di zucca. Regina dell’autunno la zucca è la verdura perfetta per le nostre calde creme. Per una ricetta da tre persone servono: 500 di zucca, 2 patate, 1/2 cipolla, olio, sale e pepe q.b. Fatta soffriggere la cipolla con un poco d’olio, aggiungiamo alla nostra pentola la zucca pulita e le patate tagliate a cubetti. Aggiungiamo un poco d’acqua, sale e pepe. Lasciamo cuocere a fuoco basso. Una volta cotte le verdure, frulliamo il tutto con l’aiuto di un mixer e serviamo con un filo d’olio e un poco di formaggio grana.
  • Vellutata di porri e curcuma. Per chi ama i gusti decisi ecco la zuppa di porri. Per la ricetta servono 4 porri, 4 patate medie, 1 carota, olio, sale e curcuma in polvere. Tagliate tutte le verdure a tocchetti o rondelle. Mettetele in una casseruola con un po’di olio, lasciate soffriggere per qualche minuto e aggiungere abbastanza acqua da coprire le verdure. Fate cuore. Una volta che le verdure saranno morbide, frullate tutto finemente con un mixer. Aggiungete un poco di sale e un cucchiaio di curcuma prima di servire.
  • Vellutata di ceci e rosmarino. Per una carica di proteine non c’è di meglio che una scorpacciata di legumi. Per questa ricetta servono 85 gr di farina di ceci, 650 ml d’acqua fredda, olio extravergine d’oliva, sale, pepe e rosmarino. Versate in una pentola 200 ml di acqua fredda e unite a poco a poco la farina di ceci. Mescolate bene con una frusta. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo di acqua e farina, unite l’acqua fredda restante (450 ml, per un totale di 650 ml). Mettete sale e fate cuocere. Alla fine aggiungerete olio, pepe e rosmarino tritato finemente. Se preferite la stessa ricetta si può preparare partendo dai legumi secchi.
  • Vellutata di cavolo viola e topinambur. Per un pieno di antiossidanti, non può mancare la versione con i cavoli. Per questo piatto servono: un cavolfiore violetto di Sicilia, 200 g di topinambur, 1 cipolla, 1 patata piccola, 3 cucchiai di olio extra vergine d’oliva, brodo vegetale q.b, sale e pepe q.b. Fate imbiondire la cipolla con un po’ di olio, pulite il cavolo, la patata e il topinambur. Fate tutto a tocchetti e unitelo alla cipolla. Lasciate insaporire per qualche minuto e poi fate cuocere aggiungendo del brodo preparato in precedenza. Una volta cotti gli ingredienti, frullate tutto e servite con un poco di olio. Per un tocco da chef, aggiungete qualche cucchiaio di yogur bianco al naturale.

 

Il consiglio in più!

Le vellutate possono essere preparate con davvero tutte le verdure e legumi a disposizione. La cosa importante è scegliere almeno un ingrediente che aiuti ad addensare la crema. Le patate e i legumi sono perfette per dare struttura alla vellutata. Ancora è possibile aggiungere un po’ di yogurt naturale o della panna. Altra cosa, è consigliato l’uso di spezie per dare sapore e vitalità alla preparazione. Ricordiamo che curcuma e zenzero sono perfette per dare gusto ma svolgono anche una funzione antinfiammatoria per l’organismo. Infine, perché non rendere ancora più sfiziose le nostre ricette con l’aggiunta di qualche crostino? Per noi di Loriana, non c’è niente di più piacevole e appetitoso che intingere uno spicchio di piadina calda nella nostra vellutata!

 

Condividi
Pubblicato il