Melagrana, il frutto antico del Melograno

Ricchissima di antiossidanti e vitamine, la melagrana è il frutto rosso da non lasciarsi sfuggire nei mesi autunnali. Ecco perché mangiarlo e come gustarlo nelle ricette di tutti i giorni.

 

La melagrana è il frutto del melograno, una pianta originaria dell’Asia che nel corso dei secoli ha raggiunto l’Europa e l’Italia. Il suo nome deriva dal latino malum (mela) perché ne ricorda le forme generose e granatum (con semi) perché al suo interno racchiude un cuore di chicchi rosso rubino e dal sapore acidulo.

 

Fa tanto bene.

La melagrana fa davvero tanto bene: è un frutto ricchissimo di vitamine come la vitamina A, vitamina C, vitamina E e vitamine del gruppo B. Contiene inoltre sali minerali importanti come il manganese, il potassio, lo zinco, il rame e il fosforo. I suoi chicchi sono ricchi di acqua e flavonoidi: favoriscono la depurazione dell’organismo e contrastano l’azione dei radicali liberi, sono quindi degli ottimi antiossidanti.

Ancora, si tratta di un frutto davvero poco calorico e che aiuta a contrastare la formazione di colesterolo nel sangue. Inoltre la presenza elevata di fibre lo rende anche un alimento amico dell’intestino e della mucosa gastrica.

 

Come mangiarla.

Grazie alla sua composizione dolce e acidula insieme e alla sua croccantezza è un frutto perfetto da abbinare a pietanze sia dolci sia salate. La melagrana è ideale nelle insalate di finocchio o cavolo cappuccio, oppure da utilizzare in marinature di carne o per insaporire il pesce.

È inoltre un frutto adatto a essere spremuto, utilizzando un semplice spremiagrumi, o può essere centrifugato per ottenere bevande disintossicanti. Davvero gustosa anche la marmellata di melagrana!

 

Come si sbuccia?

Domanda banale? Non per tutti! La melagrana sembra una mela ma non è allo stesso tempo così semplice da sbucciare. Essendo un frutto a grani ha bisogno di essere sgranata possibilmente senza dover togliere un chicco alla volta.

Per facilitarvi nell’impresa vi suggeriamo questo metodo: incidete la melagrana facendo un taglio intorno alla sua circonferenza. Una volta incisa applicate una pressione contraria al taglio in modo da dividere la sfera in due metà. Il frutto si aprirà senza rompere i grani interni. Girate una metà del frutto tenendo la buccia verso l’alto e con l’aiuto di un cucchiaio iniziate a battere dei colpi sulla melagrana. I chicchi inizieranno a scendere con facilità.

 

La melagrana è davvero un frutto meraviglioso. Ricordatevi che la pianta di melograno è molto resistente e richiede cure limitate. Per questo motivo può essere piantato in orti e in giardini domestici ottenendo un frutto naturalmente biologico.

Melagrana

Pubblicato il