È tempo di strigoli! Erbette spontanee ottime in cucina.

Strigoli, stridoli o carletti, in molti modi si può chiamare la Silene vulgaris, un’erbetta che cresce spontanea nei campi tra maggio e settembre.

 

Gli strigoli sono erbe selvatiche che crescono spontanee nei campi di tutta Italia. Grazie al loro sapore unico e alle proprietà benefiche sono diventati un ortaggio molto consumato e alla base di molte preparazioni regionali.

 

Dove trovarli.

Gli strigoli crescono nei prati, lungo i cigli e i margini delle stradine di campagna su tutta la nostra penisola. Non amano i ristagni d’acqua e preferiscono terreni calcarei. Quest’erba va raccolta prima della fioritura quando le foglie sono morbide e carnose. Il nome strigoli deriva dalla tradizione romagnola ed è legato alla forma della foglia a stelo che strisciando fra le dita “stride”.

 

Proprietà nutritive.

Queste erbe sono ricche di acqua e contengono molta fibra. La vitamina C è presente in grandi quantità insieme ai fenoli, composti antiossidanti utili alla salute delle cellule. Ancora si rivela la presenza di acido oleico, linoleico (omega 6) e linolenico (omega 3).

 

In cucina.

Freschi si consumano in insalata aggiungendoli ad altre erbe, oppure si possono lessare per preparare torte salate o ripieni per ravioli. In Romagna sono tipici nella preparazione del “cassone” o “crescione”, dei fagottoni in pasta di piadina ripiena d’erbe, oppure si usano per preparare deliziosi sughi per condire paste fatte in casa come le tagliatelle. Ancora sono ottimi in frittata o ripassati in padella con aglio e peperoncino.

 

Pesto di strigoli.

Ecco una semplice e gustosa ricetta per preparare un pesto agli strigoli, una salta morbida perfetta per condire la pasta o da stendere su una delle nostre Piadine Loriana!

Ingredienti:

  • 15 g di strigoli
  • 15 g Pistacchi sgusciati (o altra frutta secca a piacere)
  • 1/4 di spicchio aglio
  • Olio Extravergine D’oliva q.b.
  • Sale fino q.b.

Partiamo lavando e asciugando gli strigoli. In un mortaio (se si preferisce in un mixer) pestare le foglioline insieme ai pistacchi, l’aglio e il sale. Aggiungere un poco alla volta l’olio, in modo da rendere il composto cremoso.

Strigoli o stridoli

 

 

Pubblicato il