Fiori di zucca: estivi, buoni e fanno bene!

I fiori di zucca o di zucchina, sono un vero regalo dell’estate: coloratissimi e gustosi sono un alimento ricco di proprietà benefiche.

I fiori di zucca sono perfetti per realizzare ricette estive fresche e colorate e per apportare preziose sostanze nutritive al nostro corpo. Ecco tutto quello che c’è da sapere!

 

Maschio o femmina?

I fiori di zucca o zucchine si distinguono innanzitutto tra maschi e femmina. I fiori femmina sono quelli da cui nasce il frutto. L’inflorescenza rimane visibile, e si stacca dal frutto solo quando anche quest’ultimo è maturo.

fiori maschio, crescono su sottili gambi e non sviluppano il frutto. Il pistillo, più lungo e sottile rispetto a quelli dell’altro sesso, trattiene su di se il polline necessario alla fecondazione.

I due fiori sono entrambi commestibili ma è bene preferire quello maschile perché, come abbiamo detto non porta il frutto. È comunque importante ricordarsi di lasciare sempre sulla pianta due/tre fiori maschili perché necessari all’impollinazione del fiore femmina.

 

Le proprietà.

Delicatissimi sono un alimento rinfrescante, molto digeribile e “dietetico”, se cucinati senza l’uso di grassi. Contengono molta acqua e apportano vitamina A, B1, B2, B3, B9, C e tanti sali minerali, come ferro, calcio magnesio, potassio. Si tratta anche di una verdura molto dietetica: 100 grammi di fiori di zucca apportano mediamente dodici calorie, ripartite in un 56% proteine, un 30% lipidi e un 14% carboidrati.

 

Come consumarli.

Per non rovinare la loro consistenza, i fiori di zucca vanno lavati velocemente immergendoli in acqua fredda ma non lasciandoli a bagno. Per pulirli si recide il gambo, si apre la corolla e con le mani o con l’aiuto di un coltellino, si elimina il pistillo interno perché solitamente ha un sapore amaro.

In generale vanno consumati freschi: se abbiamo un orto e possiamo raccoglierli subito prima della loro preparazione in cucina, riusciremo a trattenere tutte le loro proprietà e benefici.

Con l’acquisto in negozio, dobbiamo invece controllare la freschezza del prodotto, guardando il polline del fiore: se è di un bel giallo intenso è stato raccolto da qualche ora. Se comincia a prendere una colorazione marrone o addirittura nera vuol dire che sono stati raccolti da alcuni giorni.

 

Fiori di zucca fritti e non solo!

La ricetta più conosciuta e preparata è senz’altro quella che li vede fritti con o senza pastella. In realtà questi fiori possono essere consumati in molti modi abbinandoli a pasta, secondi, farcendoli con verdure o formaggio oppure per guarnire pizze e focacce.

Ecco la ricetta per un fiore di zucca fritto, dorato e croccante!

Ingredienti:

> 250 gr di fiori di zucca
> 70 ml di acqua frizzante ben fredda
> 250 gr di farina di grano
> un filo d’olio sale e spezie

Preparazione:

Pulire i fiori di zucca come spiegato prima, accertandosi che non rimanga acqua che potrebbe dare problemi durante la frittura.

Preparare una pastella abbastanza liquida formata da acqua frizzante ben fredda, farina, olio, sale e spezie a piacere. La farina può essere la bianca ma anche semintegrale o se preferite metà farina bianca e metà farina di ceci.

Scaldare l’olio per la frittura portandolo a una temperatura elevata, immergere i fiori nella pastella e adagiarli nell’olio bollente.

Dopo pochi minuti saranno dorati e pronti per essere scolati e asciugati dall’olio in eccesso. Un’idea in più può essere di aggiungere di semi di sesamo per rendere la pastella e i fiori più croccanti.

Assolutamente da provare con le nostre piadine Loriana!

 

fiori di zucca

 

 

Condividi
Pubblicato il